ESCURSIONI

TREKKING

Il territorio di Urzulei offre luoghi incontaminati; l’organizzazione del raduno ve li farà scoprire attraverso varie escursioni da svolgersi durante l’evento.

Iscrivetevi usando l’apposita modulistica.

modulo di iscrizione

regolamento escursioni Slow Speleologia e Trekking

calendario escursioni didattiche

 

Raduno Internazionale di Speleologia Urzulei 2019

DURANTE IL RADUNO SARA’ POSSIBILE FARE DELLE ESCURSIONI IN ESTERNO. DI SEGUITO UNA DESCRIZIONE DELLE ATTIVITA’ CHE SI POTRANNO SVOLGERE.

ESCURSIONE SLOW ESTERNE A CURA DELL’ORGANIZZAZIONE E DEL GRUPPO GROTTE NUORO.

(con accompagnamento; previa iscrizione al raduno e prenotazione)
L’escursione, curata dall’organizzazione del raduno, cui si potrà partecipare previa prenotazione, avrà come tema la conoscenza geologica, geomorfologica e ambientale del Supramonte in stretto riferimento agli aspetti che più riguardano la speleologia. L’itinerario si snoderà lungo il bordo del Supramonte in auto e a piedi; con delle soste nei punti in cui si potranno osservare degli aspetti particolarmente significativi relativamente agli argomenti trattati durante l’escursione.

ESCURSIONI ESTERNE LIBERE

Tra le molte possibili escursioni per visitare il territorio che circonda il Paese di Urzulei sono da non perdere la visita alla gola di Gorropu da Sud e da Nord, la visita alle tombe dei giganti di S’Arena, la visita al villaggio di Os Murales, la discesa alla spiaggia di Cala Luna lungo la Codula de rio Codula ‘e Lune. Ulteriori informazioni saranno disponibili in loco durante il raduno e saranno fornite dall’organizzazione.

La gola di Gorropu

E’ una delle gole più profonde d’Europa. Dall’ingresso a valle è possibile addentrarsi con facilità nella zona più stretta e profonda e ammirare dal basso le vertiginose pareti calcaree che si elevano per oltre 400 m; da monte si apprezza la vastità del Supramonte in uno scenario che ne mostra la parte più selvaggia e incontaminata.

Tombe dei giganti di S’Arena

In questa escursione ci si addentra nella parte più a sud del Supramonte carsico, le tombe dei giganti si trovano in un alto morfologico da cui si domina su una vasta area del Supramonte.

La Vite Millenaria

L’escursione nei boschi nell’area più settentrionale dell’Ogliastra , nel versante ovest della Codula e Luna, porta ad ammirare uno spettacolare esemplare di vite selvatica , Vitis Silvestris, riscoperta in località Bacu Biladesti. Questa pianta è costituita da un intreccio di tralci che si arrampica per decine di metri lungo tronchi di ontano e lecci per poter catturare la luce del sole. Questa pianta era già nota ai pastori che hanno sempre vissuto in questi luoghi. Infatti a poca distanza dal sito si trovano gli ovili di: Urgai, Su Murtargiu, Olefani e Giorghi e i ruderi di un antico monastero benedettino cassinese Sant’Aronau. I ricercatori del Dipartimento di Ricerca nell’Arboricoltura di Villasor dell’Agenzia di Ricerca della Regione Sarda suppongono che la vite selvatica di Bacu Biladesti, con la circonferenza alla base del tronco di circa 135 cm, diametro mai rilevato in una pianta di vite e per questo si presume che questa abbia almeno 1000 anni.

Per chi vuole farsi accompagnare da guide locali, di seguito i numeri da contattare:
Soc. Chintula snc – info@gorropu.info Tel. +39 328 897 6563 +39 328 574 8917
Soc. Gorropu murru.fran@tiscali.it – francoi.murru@gmail.com  Tel. +39 347 423 3650 +39 333 850 7157
Sa Semida Tel. 380 527 9479

Icnussa